Informativa
Gentile Utente, questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy
La memoria dei libri

Non c'è discorso che si possa fare sull'importanza dei libri che non rischi, in poche righe, di cadere nell'ovvietà, nel già detto e nel già visto. Forse, però, il già visto non è così inutile se ci riferiamo al fatto di "rivedere" i libri. Ogni libro non è solo contenuto, è anche forma. I libri allineati sopra gli scaffali della libreria si possono rileggere e rivedere infinite volte. Si impara a distinguerli l'uno dall'altro grazie a quei dati visivi che fanno parte della grafica editoriale, analizzata e studiata in saggi specialistici e mostre, come per esempio in Disegnare il libro. Grafica editoriale in Italia dal 1945 ad oggi, Bologna, 1988, con catalogo edito da Scheiwiller.
Il memory qui proposto è costituito da tasselli decorativi tratti dalle copertine dei libri dell'Archivio Ketto Cattaneo.
Il gioco è facile: basta stampare in doppia copia le due pagine su carta o cartoncino A4 e ritagliare i tasselli; mischiare le carte ottenute e disporle sul tavolo a faccia in giù come nei memory tradizionali.

Download pdf