Informativa
Gentile Utente, questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy
Storia della cultura a Bergamo

Il periodo che va dall’avventura napoleonica al primo decennio dopo l’Unità è, per l’Italia, un’epoca di mutamenti significativi, non solo sul piano politico ma anche su quello sociale, economico e culturale. Analizzare come le vicende delle singole realtà locali siano influenzate e interagiscano con fenomeni di più ampia portata sul piano nazionale e internazionale, significa smarcare definitivamente la storia locale dal localismo e parlare unitariamente di una sola storia, che trova in spazi e tempi precisi una delle sue molteplici manifestazioni. Partendo da questo assunto, ormai consolidato nella storiografia contemporanea, in alcune schede didattiche sono stati analizzati i principali aspetti della realtà culturale del territorio di Bergamo e provincia, posti in relazione con il più vasto contesto nazionale e internazionale. Istruzione e religione, arte e accademie, musica e teatro, editoria e commercio librario sono tra i temi più significativi trattati nel Quaderno. La versione integrale del testo è disponibile per il download nel sito della Fondazione Bergamo nella Storia nella sezione Archivi, Quaderni del Museo.
www.bergamoestoria.it

Barbara Cattaneo, Storia della cultura a Bergamo 1797-1870, Bergamo, Museo Storico di Bergamo, 1996, (Quaderni del Museo, 6), pp. 122.